Formazione in luce – Il progetto illuminotecnico

luce

Il progetto illuminotecnico

Norma UNI 11630

Milano – 30 ottobre 2018

Corso di formazione a cura di AIDI e Assil.

AIDI Associazione Italiana di Illuminazione e ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, presentano la seconda edizione di Formazione in Luce, il progetto culturale congiunto nato con l’obiettivo di aggiornare e formare gli attori della filiera dell’illuminazione.

Da febbraio a novembre 2018, sono in programma 12 corsi di formazione dedicati al mondo della luce, con il rilascio di crediti professionali per architetti e ingegneri: illuminazione degli spazi commerciali, degli spazi residenziali, degli uffici e degli edifici scolastici; ed ancora illuminazione delle opere d’arte, degli allestimenti museali e illuminazione delle chiese. Senza dimenticare riqualificazione energetica, piani della luce, appalti di gestione servizio di Illuminazione Pubblica, illuminazione stradale e dell’ambiente urbano.

Novità dell’edizione 2018, l’introduzione dei corsi su Human Centric Lighting, Progetto illuminotecnico (UNI 11630) e Gestione digitale della luce.

Decimo Corso in programma:

Il progetto illuminotecnico – Norma UNI 11630

30 ottobre 2018 – ore 10,00/17,30 presso sede AIDI- Assil – via Monte Rosa,96 – Milano

Il Corso si sviluppa in un unico Modulo, come segue:

Lo spirito della nuova norma UNI 11630 “Criteri per la stesura del progetto illuminotecnico” è contenuto nella sua premessa che recita: “La progettazione illuminotecnica è da ritenersi un compendio tra arte e scienza capace di illuminare l’ambiente umano.”

Conoscere e saper manipolare la luce è ormai universalmente riconosciuto come un esercizio progettuale complesso che coinvolge aspetti percettivi, aspetti visivi, aspetti estetici, aspetti legati alla sicurezza e al comfort.

La norma si riferisce esclusivamente al progetto di luce, intendendolo disgiunto rispetto a quello architettonico e quello degli impianti elettrici. Concetto ribadito anche nelle indicazioni dei Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento del servizio di Progettazione degli Impianti per l’Illuminazione Pubblica fissati dal MINISTERO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE con D.M. 27 settembre 2017.

La Norma declina in termini illuminotecnici tutte le voci riportate al titolo II del D.P.R. 207/2010 “Progettazione e verifica del progetto”, permettendo ai progettisti di individuare gli elaborati minimi da produrre per essere allineati con le disposizioni di Legge, specialmente in ambito di lavori pubblici.

Definisce dettagliatamente la documentazione da prevedere per i quattro livelli di progettazione:

  • studio di fattibilità;
  • progetto preliminare o di massima;
  • progetto definitivo;
  • progetto esecutivo.

La Norma definisce i requisiti che deve avere il Prodotto Equivalente, che l’Appaltatore può proporre in alternativa a quello di riferimento indicato nel progetto, in termini estetici, qualitativi e prestazionali.

Completano la Norma quattro appendici esemplificative che illustrano nel dettaglio tipologia e quantità di elaborati progettuali da produrre, con relative note di approfondimento, nei seguenti ambiti:

  • ambienti interni;
  • impianti sportivi;
  • illuminazione pubblica;
  • illuminazione architettonica-monumentale.

I docenti svilupperanno la sequenza dei passaggi progettuali attraverso l’illustrazione di esempi pratici.

 

PER ISCRIZIONI QUI

CONSULTA IL CALENDARIO COMPLETO DEI CORSI 2018

 

(fonte: AIDI – Formazione in luce)