Linee guida per il monitoraggio delle frane.

linee guida monitoraggio frane

Linee guida per il monitoraggio delle frane.
Luglio 2021
a cura del Sistema Nazionale Protezione Ambiente.

Negli anni l’Ispra ha censito 620 mila frane su tutto il territorio nazionale e le ha registrate nell’Inventario dei Fenomeni Franosi in Italia (IFFI).
Il nostro risulta quindi essere uno dei paesi più fragili d’Europa.
Per uniformare e armonizzare le procedure di raccolta dei dati, sono state realizzare le Linee Guida SNPA per il monitoraggio delle frane. Sottoposte a consultazione pubblica, il documento è stato approvato nel luglio 2021 e presentato ufficialmente in occasione di Remptech expo 2021.

Dopo un periodo in cui sono
Le Linee Guida hanno l’obiettivo di armonizzare le procedure e fornire riferimenti e criteri per la progettazione, l’installazione, la gestione e la manutenzione delle reti di monitoraggio delle frane, nonché per la diffusione dei dati. Hanno un’impostazione pratica e operativa con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio di esperienze maturate e conoscenze acquisite, fornendo ai destinatari gli elementi per un corretto ed efficace approccio metodologico, per effettuare scelte mirate, per dare uniformità a livello nazionale ai nuovi progetti di reti di monitoraggio.

Le Linee Guida intendono rappresentare uno strumento di riferimento per i soggetti che operano sul territorio nel monitoraggio e controllo dei fenomeni franosi, quali Pubbliche Amministrazioni, gestori di reti infrastrutturali, liberi professionisti. Sono strutturate in due parti: la parte generale e l’appendice.

La Parte Generale illustra la valenza, le potenzialità e i limiti delle differenti tipologie di reti di monitoraggio, gli indirizzi e le raccomandazioni per una corretta progettazione, installazione, gestione, manutenzione della rete e diffusione dei dati. Fornisce indicazioni sulle procedure operative di esecuzione delle misure, sui contenuti delle monografie, sullo schema delle anagrafiche, sul formato dei dati e sull’organizzazione dei metadati. Ciò al fine di standardizzare e rendere più agevole lo scambio degli stessi dati tra pubbliche amministrazioni.

L’Appendice contiene le caratteristiche tecniche e le specifiche di installazione della strumentazione geotecnica superficiale e in foro, topografica e radar, meteo-pluviometrica, della strumentazione di monitoraggio delle colate detritiche, dei sistemi di acquisizione, trasmissione e archiviazione dei dati.
L’Appendice propone dodici casi di studio di siti monitorati distribuiti sul territorio italiano, caratterizzati da differenti tipologie di movimento, velocità, litologie coinvolte. Per ogni caso studio sono evidenziati i principali punti di forza, elementi innovativi o eventuali criticità della rete di monitoraggio e/o della strumentazione applicata.

In allegato sono riportati i costi di riferimento per la progettazione e la gestione delle reti di monitoraggio delle frane. Tali costi sono desunti da analisi prezzi, relativi a talune voci mancanti nei prezzari ufficiali, ad esempio fornitura di strumentazioni specifiche o servizi ed attività particolari delle reti di monitoraggio geologico.

Scarica di seguito la pubblicazione

linee guida monitoraggio frane

Linee Guida per il monitoraggio delle frane.
Linee Guida SNPA 32/2021 – Dei Cas L., Trigila A., Iadanza C. (eds)

 

Correlato:

Campagna Ispra “Segnala la frana”.