Demanio e Università di Napoli per la rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico

news

Rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico.
Siglato un accordo di cooperazione tecnico scientifica tra Agenzia del Demanio e Università Federico II di Napoli.L’Agenzia del Demanio e l’Università degli Studi di Napoli Federico II hanno firmato un Accordo di collaborazione scientifica finalizzata alla rigenerazione del patrimonio immobiliare dello Stato.
I due enti collaboreranno al fine di individuare soluzioni innovative, sostenibili e digitali per gli immobili pubblici che contribuiscano anche a rigenerare il territorio insieme al suo contesto storico paesaggistico e urbanistico. Le soluzioni dovranno garantire un‘elevata qualità architettonica per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030, dal Green New Deal europeo e dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

L’attività scientifica si svilupperà negli ambiti dell’architettura, della paesaggistica, dell’urbanistica, dell’efficientamento energetico, della digitalizzazione e della riduzione del rischio sismico. Inoltre, al fine di rilanciare gli investimenti pubblici, saranno elaborati criteri e linee guida per orientare le scelte progettuali, sulla base di analisi conoscitive in particolare riguardo all’adeguamento sismico, e di sviluppare metodologie e tecniche d’intervento, anche sugli immobili vincolati, per consentire una migliore programmazione degli interventi di tutela.

L’Agenzia del Demanio, attraverso la sua Struttura per la Progettazione, potrà disporre dei risultati di studi e analisi, svolti congiuntamente in un’ottica di integrazione disciplinare negli ambiti di ricerca teorica e operativa, che sosterranno e guideranno la gestione di:

  • del processo di realizzazione degli interventi nello spazio architettonico e urbano,
  • dell’organizzazione del territorio e del paesaggio,
  • della conservazione e valorizzazione delle testimonianze storiche monumentali,
  • della sostenibilità energetica, con un focus sugli aspetti strutturali e anti-sismici.

L’Università disporrà di un patrimonio informativo e conoscitivo che le permetterà:

  • di sviluppare nuovi progetti di ricerca, analisi e approfondimento accademico
  • di avviare ricerche avanzate sulle tecniche di adeguamento sismico e di consolidamento strutturale, così come sulle tecniche d’intervento specifiche per il restauro e la ristrutturazione degli immobili caratterizzati da vincoli di tutela paesaggistica e monumentale.

La cooperazione tra l’Agenzia del Demanio e l’Università degli Studi di Napoli Federico II permetterà, tra l’altro, di sviluppare nuovi progetti di ricerca, di analisi e di approfondimento accademico, di elaborare documenti, pubblicazioni e articoli di alta valenza scientifica, di definire soluzioni innovative e di best practice per le Pubbliche Amministrazioni.

 

 

Per restare aggiornati sull’argomento, segui anche:

→ la nostra Newsletternewsletter agenda tecnica

 

pagina fb agenda tecnica la nostra pagina FB.