Città di porto – Waterfront di Ancona 3.0.

waterfront Ancona

Strategia di Sviluppo e Rigenerazione Urbana Sostenibile ITI Waterfront di Ancona 3.0.
Da città sul mare a città di mare contemporanea.

Tra i progetti presentati a Urbanpromo – manifestazione nazionale sulla rigenerazione urbana organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e  Urbit – ve ne sono alcuni sulle città porto.
Tra questi si segnala:

“Strategia di Sviluppo e Rigenerazione Urbana Sostenibile ITI Waterfront di Ancona 3.0”.
Il frontemare storico della città come luogo identitario della contemporaneità, laboratorio per nuove qualità urbane, incubatore di politiche integrate per la rigenerazione urbana sostenibile.
All’interno della cornice definita dalle norme UE e dall’Accordo di Partenariato, la Regione Marche ha individuato negli ITI – Investimenti Territoriali Integrati – lo strumento più adeguato per sostenere azioni integrate capaci di coniugare finanziamenti afferenti ad assi tematici differenti dei fondi POR FESR 2014-20 in grado di massimizzare gli impatti e le ricadute nelle aree urbane.

L’ente regionale ha, pertanto, attivato nel 2016 un bando rivolto ai capoluoghi di provincia finalizzato a selezionare 3 proposte di strategie urbane finanziabili con un contributo pari all’80% dell’investimento totale.

L’Amministrazione Comunale di Ancona, in coerenza coni temi emersi dal processo Strategic Ancona2025 – Piano Strategico della Città- ha individuato nel programma ITI Waterfront di Ancona 3.0, lo strumento per implementare un processo di Rigenerazione Urbana incentrato sul frontemare del porto storico. Tale processo è finalizzato a trasformare Ancona da città sul mare a città di mare contemporanea.

La strategia intende creare le giuste condizioni affinchè vengano perseguiti i seguenti obiettivi:

– indurre nuovo senso di identità e appartenenza da parte della comunità,
– intercettare esigenze e progettualità di quei soggetti in grado di interpretare le dinamiche sociali ed economiche contemporanee,
valorizzare il patrimonio storico – culturale anconetano in relazione al porto ed al rapporto con il mare,
incentivare reti di collaborazione tra soggetti ad alta intensità di conoscenza operanti sul territorio, per lo sviluppo di tecnologie innovative applicate a tematiche legate al mare, al porto e alla città storica,
– sperimentare azioni concrete volte all’incremento della qualità urbana in chiave di sostenibilità ambientale.
L’ITI Waterfront attiva un investimento complessivo di circa € 7.700.000 e vede coinvolti:  Comune di Ancona, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, Soprintendenza Beni Architettonici, Paesaggio e Archeologia delle Marche e CNR- Istituto per le Ricerche Biologiche e per le Biotecnologie.

Vai alla gallery di Urbanpromo.